• come ottenere risultati concreti con tante idee e pochi soldi, ecco l’anima dello staging (fotogallery)

    Date: 2015.03.11 | Category: Habemus Casa, Staged Homes | Tags:

    scritto da: associazione italiana home stager (collaboratore di idealista news)

    è possibile ottenere risultati concreti con tante idee e pochi soldi? la risposta è sì. a spiegare in che modo e a chiarire qual è l’anima dello staging sono le nostre collaboratrici dell’associazione italiana home stager

    a volte il concetto di home staging può sembrare poco chiaro: si parla di ambienti neutrali che devono essere tali per attrarre il maggior numero di potenziali acquirenti e poi vengono progettate strutture micro-ricettive piene di colori accesi. parliamo di letti gonfiabili, della sola necessità di mettere in evidenza gli spazi a disposizione, ma per le case in affitto vengono utilizzati arredi completi destinati a rimanere… tutto questo perché l’anima dello staging vuole fare una cosa: commercializzare uno spazio in vendita. questo può significare vendere un immobile, oppure vendere il tempo che una persona passa dentro una casa: affitti, affitti brevi, ristoranti… e addirittura negozi. mettiamo in scena la merce da vendere. home staging è un approccio mentale: è marketing immobiliare

    staging_1

    così come ogni persona è diversa, anche ogni casa è diversa. e per questo, per ogni casa lo stager professionista devo sviluppare un concetto su misura.possiamo dire che, tendenzialmente, per le case in vendita utilizziamo colori chiari, neutri, che non sovraccaricano l’ambiente. ma teniamo a ripetere: tendenzialmente.perché negli ultimi cinque anni ci sono anche capitati immobili in contesti “grigi”, ad esempio nella periferia di roma, e abbiamo quindi scelto di utilizzare dei colori forti per contrastare la monotonia che caratterizzava il quartiere. un intervento troppo neutro in quel caso non coglieva il senso dello staging: commercializzare uno spazio

    dettagli di un progetto di due delle nostre "star stager": francesca poggi di piacenza e sara gilardelli di milano
    dettagli di un progetto di due delle nostre “star stager”: francesca poggi di piacenza e sara gilardelli di milano

    l’essenza dello staging in ogni caso rimane la stessa: mantenere contenuti i costi degli interventi; utilizzare delle tecniche di riciclo e recupero, anche al fine di tenere basso l’impatto ambientale; ottenere effetti visivi di alto impatto con lo studio dettagliato di ogni elemento che fa parte del nuovo insieme. questo concetto si applica a ogni singolo intervento di staging, senza eccezione

    questa settimana, durante il focus group interattivo sull’home staging, abbiamo paragonato la nostra attività a quella di “mcgyver”: siamo chiamati a costruire un carro armato con un coltellino. certamente una sfida che anche le altre professioni devono affrontare in questo mercato, dove le esigenze sono molteplici e le risorse poche. ma con il concetto di staging, riusciamo a dare esattamente questo: risultati concreti, raggiunti con tante idee e pochi soldi

    dettagli di un progetto di due delle nostre "star stager": francesca poggi di piacenza e sara gilardelli di milano
    dettagli di un progetto di due delle nostre “star stager”: francesca poggi di piacenza e sara gilardelli di milano

    provare per credere: siamo a disposizione dei lettori di idealista per qualsiasi domanda o consiglio e vi invitiamo a spedirci le foto delle vostre case in vendita, o semplicemente il link all’annuncio, in modo da darvi il nostro parere: info@stagedhomes.it

    se volete partecipare alla nostra conferenza in programma per il 21 febbraio 2015 a roma presso il pratt institute of architecture di new york, anche in live streaming, potete farlo iscrivendovi a questo link e compilando l’apposito modulo http://www.stagedhomes.it/i-staging-conference-roma-21022015/